I prodotti AnimaBlu sono certificati dal CONSORZIO PRODUTTORI ITALIANI MATERASSI DI QUALITà

4 gennaio 2019

Dormire bene aiuta a ritornare in forma.

I consigli da seguire per proteggere la nostra salute.

Le feste di fine anno sono sicuramente il periodo dell’anno che più di ogni altro regala emozioni. Peccato che poi si debbano fare i conti con la bilancia, perché i pranzi e le cene ci hanno regalato anche qualche chilo in più.

 

Diete a parte, esiste un accorgimento molto semplice sia da seguire che da mettere in pratica: delle belle e ristoratrici dormite. Proprio così, dormire aiuta a recuperare la forma fisica. Il sonno garantisce il rilascio della leptina, l’ormone che regola il senso di sazietà, e inibisce la produzione di grelina l’ormone che stimola l’appetito.

Ciò significa che chi soffre di insonnia, dorme poco e male, avrà più fame durante il giorno e dunque tenderà ad ingrassare più facilmente.

 

Senza contare il fatto che in mancanza di un sonno riposante e ristoratore si hanno ricadute sulla qualità delle nostre attività quotidiane: sonnolenza, difficoltà sul lavoro e a scuola, mancanza di concentrazione, stanchezza, mal di testa e irritabilità. Se poi i disturbi del sonno o semplicemente un numero insufficiente di ore dedicate a dormire si protraggono nel tempo, si corre il rischio di incorrere in patologie serie, come i disturbi cardio-circolatori e quelli dell’umore.

 

Dormire è importante per recuperare le energie spese in giornata e rigenerare il nostro cervello. E’ durante il sonno infatti che si consolidano nella nostra memoria le informazioni acquisite durante il giorno.

 

Ovviamente vanno seguite altre piccole regole per garantire un sonno davvero di qualità. Assicuriamoci che la camera da letto sia confortevole con un corretto micro-clima, che sia silenziosa e lontano da fonti di luce. Una volta coricati, evitiamo di intrattenerci al cellulare, al PC o al Tablet perché gli stimoli visivi e la luce del device inibiscono la produzione di melatonina, l’ormone che favorisce l’addormentamento e il buon sonno.

 

A tavola preferiamo pasti leggeri con cibi che favoriscono il sonno. Sono da bandire i cibi speziati, piccanti e grassi. Attenzione al cioccolato e alle bevande che contengono caffeina perché attivano i centri della veglia e dunque rendono difficile prendere sonno. Anche l’alcool è da evitare perché offre l’illusione di addormentarsi con facilità, in realtà rende il sonno più leggero e dunque non ristoratore.

Pasta, riso, orzo e pane contengono il triptofano, un amminoacido che favorisce la sintesi della serotonina, un neurotrasmettitore fondamentale per il benessere e il sonno profondo.

 

Va da sé che per completare il comfort in camera da letto è importante avere un materasso adeguato per la nostra persona. Cuscini, rete e topper completano il piacere di mettersi a letto.

 

Bene, aspettiamo dunque che arrivi la Befana, l’ultima delle feste natalizie e poi via a letto cercando di rispettare la sveglia: i medici specialisti raccomandano tra le regole di igiene del sonno quella di coricarsi e alzarsi preferibilmente alla stessa ora.



Torna a tutti gli approfondimenti

Accedi con la tua email

Password dimenticata? Richiedila

Powered by WhyNet srl

Art Direction GuizArt

promo newsletter