I prodotti AnimaBlu sono certificati dal CONSORZIO PRODUTTORI ITALIANI MATERASSI DI QUALITà

Il materasso ideale? A ciascuno il suo.

Gli uomini son tutti uguali, è vero, ma i singoli individui sono uno diverso dall’altro.

Sembra un paradosso, eppure è la sacrosanta verità. Esistono differenze fisiche e anche caratteriali che fanno sì che ogni singolo essere umano sia un fenomeno unico e irripetibile. E anche l’esperienza di vita plasma in maniera differente abitudini, paure, impedimenti e preferenze. Per questo vien da pensare, se parliamo di materassi, quanto sia difficile tentare di accontentare tutti e, di riflesso, quanto sia impegnativo per ognuno scegliere il meglio per sé.

 

Ma andiamo per ordine. Mettiamoci nei panni di chi deve progettare un materasso. La prima mossa è sicuramente quella di considerare quattro serie di variabili:

 

  • Le caratteristiche antropometriche: c’è chi è alto, chi basso, chi robusto, chi magro
  • Il modo di dormire: supini, proni, di fianco, in coppia, da soli
  • L’uso del letto da svegli: per leggere, per giocare coi bambini, per amare
  • Le eventuali condizioni eccezionali: malattia, gravidanza, traumi, vecchiaia

 

Tutte queste necessità, ovviamente raggruppate per compatibilità, devono essere soddisfatte da un materasso che si dica di qualità e che quindi rispetti i requisiti di comfort ergonomico. Durante il sonno e soprattutto nella fase REM i muscoli del corpo sono completamente rilassati: per questo necessitano di un sostegno adeguato, in modo che la postura generale sia corretta e rispettosa della naturale fisiologia della colonna vertebrale. Nell’atto del riposo il corpo umano preme con forze diverse a seconda delle sue parti: la testa e il collo, il torace, il braccio destro e sinistro, il bacino e i fianchi, la coscia destra e la sinistra, il polpaccio e il piede.

Ciascuna insiste in maniera differente sul materasso, la cui anima quindi andrà progettata in modo da avere altrettante zone a consistenza differenziata. Secondo uno studio della NASA, il peso totale del corpo è mediamente così distribuito: 7% testa e collo, 30% torace, 9% braccia, 26% bacino, 16% cosce, 12% gambe.

 

Queste indicazioni sono state il criterio guida seguito per la progettazione del materasso Animablu Bi-Comfort. La struttura di sostegno è infatti con zone a portanza differenziata, in modo da garantire il giusto supporto alle parti del corpo più pesanti, evitare l’affossamento e consentire un confortevole accoglimento alle zone più delicate.

E’ stata scelta la tipologia in schiuma di poliuretano di nuova generazione e memory con la predisposizione di zone a proprietà elastiche differenti: più soffici ed accoglienti in corrispondenza della spalla (cioè nelle parti più sporgenti) e più rigide a sostegno del bacino. Naturalmente ogni zona ha un comportamento indipendente dalle altre, in modo che il comfort assicurato sia massimo.

Dicevamo però all’inizio che ciascuno ha esigenze sue proprie. Ecco perché le combinazioni consentite da Animablu sono molteplici, sia nella versione letto singolo che matrimoniale. Scegliere la più adatta è semplice, basta seguire i suggerimenti che trovi in queste pagine. Capirai facilmente qual è il tuo materasso o, se sei felicemente in coppia, il vostro materasso ideale. Per mille e mille notti meravigliose.  

 

Accedi con la tua email

Password dimenticata? Richiedila

Powered by WhyNet srl

Art Direction GuizArt

SUBITO UN

BUONO DA

50 €