I prodotti AnimaBlu sono certificati dal CONSORZIO PRODUTTORI ITALIANI MATERASSI DI QUALITà

Temperatura e umidità, i due elementi di cui tener conto per il comfort del sistema letto.

 

Qual è quel fattore che forse più di ogni altro causa le maggiori difficoltà al sonno, sia al momento di coricarsi sia nel corso della notte?

Probabilmente la temperatura dell’ambiente destinato al riposo, cioè la camera da letto.

 

Per temperatura però non si deve pensare soltanto ai gradi puri e semplici, ma all’insieme di temperatura ambientale e umidità.

Per essere ottimale questo mix deve essere equilibrato.

La temperatura in sé infatti ha senso fino ad un certo punto, quel che conta veramente è la temperatura percepita. Se l’umidità è elevata, la temperatura appare molto più bassa o molto più alta di quel che è in realtà: si prova allora una fastidiosa sensazione di bagnaticcio sulla pelle in caso di alta temperatura, di invincibile “freddo nelle ossa” in caso di bassa temperatura. Ma al contrario se l’umidità è troppo bassa, l’ambiente risulta sgradevolmente secco, naso e gola ne risentono immediatamente e la qualità del sonno viene compromessa. Altri fattori che condizionano il comfort sono l’età, l’adattabilità e il sesso (ad esempio le donne hanno la temperatura della pelle e il tasso metabolico più basso rispetto agli uomini).

 

Dunque, occorre massimo riguardo nel tener d’occhio questi due parametri per poter raggiungere quello che in gergo tecnico viene chiamato comfort termo-igrometrico.

Come fare?

Si può incominciare per esempio a seguire alcune semplici indicazioni nella scelta e preparazione del sistema letto:

  • Preferire sistemi letto (materasso + rete) rialzati e non a contatto diretto col pavimento: il pavimento infatti causa forti dispersioni termiche e porta ad una costante sensazione di freddo. La distanza ideale tra piano di appoggio del materasso e pavimento è di 40-50 centimetri.
  • Se si dorme su un soppalco o in un letto a castello è indispensabile una buona ventilazione dell’ambiente, soprattutto d’estate.
  • Allontanarsi dagli spifferi e, nel caso di aria climatizzata, regolare la velocità dell’aria attraverso le bocchette d’immissione.
  • Collocare il letto in una posizione termicamente mite, evitando la vicinanza con termosifoni o pareti orientate a nord e confinati con l’esterno.
  • Indossare un abbigliamento per la notte adeguato.
  • Utilizzare un materasso di qualità, in grado di favorire la traspirazione corporea e l’evaporazione dell’umidità.

 

In questo aiuta moltissimo il materasso Animablu Bi-Comfort, perché è progettato per far circolare l’aria al suo interno e quindi mantenere costante la temperatura e bassa l’umidità.

  • La sua anima in schiuma di poliuretano è caratterizzata da tante piccole cellette intercomunicanti tra di loro per facilitare il passaggio dell’aria e la presenza di canali e fori passanti impediscono il ristagno dell’umidità.

 

 

 

  •  Il tessuto di rivestimento in viscosa intercetta l’umidità del corpo e la cede velocemente all’ambiente.

 

 

  • Completare il comfort con il topper, che Animablu propone in due versioni, con imbottitura in fibra antiacaro anallergica e in pura lana vergine. E’ un accessorio prezioso: esalta il comfort del materasso perché assorbe calore e umidità, favorisce la traspirazione corporea e accoglie il corpo in un abbraccio morbido e termicamente corretto.

 

 

  • Infine, scegliere una rete che faciliti la ventilazione e al contempo sostenga adeguatamente il corpo. La rete ha la funzione importantissima di esaltare le caratteristiche tecniche prestazionali del materasso. La rete a doghe in legno Animablu assicura in ogni momento la corretta ventilazione e ha tre zone a portanza differenziata per garantire la flessibilità necessaria a seguire armonicamente le pressioni esercitate sul materasso del peso del corpo.

 

 

Accedi con la tua email

Password dimenticata? Richiedila

Powered by WhyNet srl

Art Direction GuizArt

SUBITO UN

BUONO DA

50 €